Mentre il mondo lotta contro il Covid-19, nel Salento sono stati distrutti più di 700 mila ettari di uliveti a causa di un batterio: la XYLELLA. Il territorio è radicalmente cambiato, distese immense di alberi morti, secchi, abbandonati raccontano ora un dolore profondo per i salentini che avevano fatto di questi alberi uno dei fulcri della propria economia e della propria cultura.

Luciano Corvaglia, 25 anni fa, ha ritratto in pellicola alcuni anziani salentini. Tutti avevano il loro piccolo, e ora scomparso, uliveto.

Gli Artisti del collettivo LE MOSCHE BIANCHE hanno stampato in una camera oscura allestita dalla TAG – TEVERE ART GALLERY queste opere, una al giorno, durante una vera e propria performance artistica; tre musicisti hanno accompagnato tutta la difficile operazione.

La performance mette al centro dell’attenzione il processo creativo e le manipolazioni che avvengono in camera oscura, mostrando la successione di eventi che al suo interno diventano imprevedibili e possono cambiare la creazione di una stampa.

In una di queste tre opere i volti dei salentini restano nascosti, sommersi dal nero.
Questo è dovuto all’enorme dose di imprevedibilità che accompagna lo stampatore in camera oscura, sempre.
Il collettivo ha deciso che anche questa è un’opera, infatti essa sottolinea come talvolta non sia possibile controllare l’evolversi dei processi creativi, esattamente come all’interno della società osserviamo l’evoluzione di fenomeni distruttivi, a volte senza possibilità di controllo alcuno.

I ritratti dei salentini rimangono impressi sulla carta, e i loro alberi lasciano spazio a un vuoto. La debolezza dell’essere umano, che invano combatte per il controllo delle proprie azioni e della propria esistenza.
Quel che resta è l’Uomo in un futuro incerto.

Benvenuti nel MONDO NUOVO

Le Mosche Bianche delle tre opere

Giulia BARONE, stampa
Laura CORRADO, stampa
Thomas CORVAGLIA, pianoforte
Giulia HARAIDON, stampa
Lucia MANGINI, stampa
Francesca RIZZATO flauto
Caterina SEBASTIANO, soprano
Maria Giovanna SODERO, stampa
Enrico TRICOLI, stampa

La Tevere Art Gallery nasce nel 2014 dall'unione di uno stampatore di fama internazionale, un musicista e una project manager. Rispettivamente Luciano Corvaglia, Thomas Corvaglia e Stefania Saponaro. Dal 2014 ad oggi la TAG ha prodotto e realizzato circa 70 mostre fotografiche e artistiche, circa 150 concerti, due premi internazionali di fotografia e ha realizzato venti cataloghi d’arte. Il comitato artistico della TAG è composto da Roberto Andò, Francesco Zizola e Luciano Corvaglia.